Anag festeggia i suoi primi 40 anni alla Douja d’Or, a settembre

Pizza&Grappa a Ferrara, nel segno delle eccellenze italiane (6 settembre)
9 August 2018
Visualizza tutti

Quaranta anni e tanta voglia di crescere e di far conoscere sempre di più la grappa come eccellenza 100 per cento Made in Italy. L’associazione Anag, Assaggiatori grappa e acquaviti quest’anno festeggia un compleanno importante e lo celebrerà ad Asti, dove è nata il 29 settembre 1978, sabato 15 e domenica 16 settembre, durante la storica manifestazione della Dojua d’Or, in programma dal 7 al 16 settembre. La due giorni astigiana riporterà il distillato italiano sotto i riflettori per spegnere le 40 candeline dell’associazione dopo la due giorni organizzata a Milano con Gocce di Stilla, che ha salutato il debutto ufficiale della grappa nel mondo della mixology e del bartending e conquistato i visitatori e gli appassionati spiritosi con degustazioni e abbinamenti con cioccolato, formaggi, salumi, crudités di carne e pesce, frutta candita e sigaro Toscano®, oltre alla presentazione dell’originale Gelato Super, gelato molecolare alla grappa.

Il compleanno spiritoso inizierà nel pomeriggio di sabato 15 settembre, alle ore 16 nella Sala Convegni di Palazzo Borello, in Piazza Medici 8, con la tavola rotonda sul tema “Grappa e Anag 40 anni insieme, quante cose sono cambiate, dalla tradizione alla miscelazione” condotta da Efrem Bovo, presidente del Gruppo Giornalisti Uffici Stampa del Piemonte. Seguirà la cena, su prenotazione. Le celebrazioni proseguiranno domenica 16 settembre, a partire dalle ore 10, ancora nella Sala Convegni di Palazzo Borello, con gli interventi delle associazioni dei distillatori e di Anag, la premiazione dei Costituenti Anag, dei vincitori del concorso “Premio Alambicco d’Oro 2018” e del premio speciale “Il Vestito della Grappa”. A condurre l’evento sarà Bruno Penna, ufficio stampa del Consorzio Tutela Grappa Piemonte e Barolo.

Degustazioni, cocktail e abbinamenti. Per tutta la durata della Douja d’Or, Anag sarà presente nel cortile di Palazzo Ottolenghi, in Corso Alfieri, per far degustare le grappe vincitrici del Premio Alambicco d’Oro 2018 e quelle del Consorzio Tutela Grappa Piemonte e Barolo e sarà possibile assaggiare i cocktail preparati dalla sezione del Piemonte di Aibes, Associazione italiana barman e sostenitori a base di grappa. Da martedì 11 a venerdì 14 settembre, inoltre, si potranno assaggiare abbinamenti spiritosi con “Le giornate delle Associazioni” che coinvolgeranno le associazioni di assaggiatori del GIA, Gruppo Italiano Assaggiatori, con grappa abbinata ad aceto balsamico tradizionale di Modena, miele, formaggi e frutta.

Il saluto della presidente federale di Anag, Paola Soldi. “Anag non poteva festeggiare il suo 40esimo compleanno che nella città dove è nata – afferma Paola Soldi, presidente federale di Anag – e ringraziamo la Camera di Commercio di Asti e tutti gli organizzatori della Douja d’Or per averci coinvolto ancora una volta in questa prestigiosa manifestazione. Le celebrazioni dei nostri primi 40 anni saranno l’occasione per ripercorrere la nostra storia e guardare al nostro futuro con rinnovato entusiasmo e nuove iniziative per coinvolgere sempre più persone e appassionati nella conoscenza del mondo spiritoso, italiano e internazionale, sotto il segno di una cultura del buon bere consapevole. Nella due giorni astigiana incontreremo chi ha fondato e fatto crescere la nostra associazione, premieremo i vincitori del Premio Alambicco d’Oro 2018 e ci saranno occasioni e momenti di convivialità e di approfondimento della conoscenza della grappa. Per la nostra associazione l’appuntamento di Asti rappresenta, infatti, un altro momento di festa e di riflessione importante dopo Gocce di Stilla, che ha suscitato l’interesse e la partecipazione dei distillatori arrivati da tutta Italia e di molti appassionati o persone curiose di scoprire il mondo della grappa e dei distillati. Vogliamo crescere e lo faremo insieme a tutti coloro che vorranno scoprire insieme a noi prodotti spiritosi che si portano dietro, in ogni sorso, un ricco e prezioso bagaglio di esperienza, tradizione e passione senza rinunciare all’innovazione”.