Sabato 19 settembre grappa e distillati alla Douja D’Or di Asti, con Anag e Istituto Grappa Piemonte. Premiazione ufficiale del "Premio Alambicco d'Oro"

Grappa e distillati alla cena futurista nella Rocca di Staggia Senese, sabato 19 settembre
17 September 2015
“Incontri con le distillerie regionali” a Cormons (Gorizia). Si comincia il 30 settembre
21 September 2015
Visualizza tutti

selezioneCultura del buon bere, consumo consapevole di grappa e distillati, valorizzazione della produzione italiana e della continua ricerca della qualità attraverso un miglioramento costante dei processi di distillazione e l’esaltazione delle specificità regionali. Saranno questi alcuni dei temi al centro della giornata promossa da Anag, Assaggiatori grappa e acquaviti e Istituto Grappa Piemonte durante il 49° concorso enologico nazionale Douja D’Or in corso ad Asti. L’appuntamento è per sabato 19 settembre, a partire dalle ore 10, e si aprirà con il convegno “Consumatori consapevoli. Il ruolo delle associazioni”, seguito dalla premiazione ufficiale delle grappe e acquaviti vincitrici del 32° concorso “Premio Alambicco d’Oro”, promosso da Anag con il patrocinio dell’Istituto Nazionale Grappa, dell’Associazione Donne della Grappa e della Camera di Commercio di Asti, dove Anag ha sede dal 1978. All’appuntamento astigiano parteciperanno rappresentanti di associazioni, quali Fisar, Federazione italiana sommelier, albergatori, ristoratori; Ais, Associazione italiana sommelier; Assodistil, Associazione nazionale industriali distillatori di alcoli e di acquaviti; Associazione Donne della Grappa; associazione Las Damas del Pisco, impegnata nella promozione del Pisco, distillato peruviano, e Onas, Organizzazione nazionale assaggiatori salumi.

Il convegno “Consumatori consapevoli. Il ruolo delle associazioni”. Dopo i saluti del sindaco di Asti, Fabrizio Brignolo, e del presidente della Camera di Commercio di Asti, Erminio Goria, il convegno entrerà nel vivo con gli interventi dei rappresentanti Anag sul ruolo dell’associazione nel panorama italiano della distillazione e dell’Istituto Nazionale Grappa sul “sistema Italia” della grappa e la consapevolezza nella promozione del prodotto di bandiera. Durante l’appuntamento, inoltre, l’Istituto Grappa Piemonte presenterà ufficialmente il nuovo documento-video realizzato per promuovere l’intero comparto regionale piemontese e porterà un contributo sull’indicazione geografica delle grappe e il legame con i territori di produzione.

foto 2Il concorso “Premio Alambicco d’Oro”. La mattina proporrà, poi, la premiazione delle 43 grappe e acquaviti selezionate fra i 135 prodotti arrivati da tutta Italia, con l’assegnazione di 4 medaglie d’oro e 39 d’argento, oltre a un Premio Speciale. I distillati vincitori del concorso Anag saranno, inoltre, protagonisti delle degustazioni guidate dai soci assaggiatori di Anag Piemonte e delle altre delegazioni regionali presenti. Grappe e acquaviti vincitrici del concorso Anag saranno in degustazione anche presso il banco d’assaggio per l’intera durata della Douja d’Or, iniziata l’11 settembre e in corso fino a domenica 20 settembre. Accanto a loro, ci saranno i distillati delle aziende che aderiscono all’Istituto Grappa Piemonte. Al concorso nazionale promosso da Anag hanno partecipato 44 distillerie e 11 aziende vitivinicole con le cosiddette ‘grappe di fattoria’, ottenute con le loro vinacce da distillerie esterne. La selezione è stata effettuata ad aprile a Bellaria Igea Marina (Rimini) da una giuria composta da soci Anag in arrivo dalle associazioni regionali.

La presidente Anag. “Il convegno e la premiazione dei prodotti selezionati nel ‘Premio Alambicco d’Oro’ – afferma la presidente Anag, Paola Soldi – saranno due occasioni importanti per stimolare un confronto con i distillatori e con gli istituti di tutela sulla produzione dei distillati in Italia, le novità normative e la valorizzazione del nostro distillato di bandiera, tenendo conto anche delle specificità regionali e dei legami con i territori di produzione. Anag porterà il suo contributo anche per quanto riguarda l’impegno quotidiano di tanti soci, in tutta Italia, per promuovere una ‘cultura del buon bere consapevole’”.

Il presidente Istituto Grappa Piemonte. “Ritengo significativo – aggiunge il presidente dell’Istituto Grappa Piemonte, Alessandro Revel Chion – che la premiazione di grappe e acquaviti vincitrici del ‘Premio Alambicco d’Oro’ si svolga ad Asti, all’interno di una manifestazione a carattere nazionale come la Douja d’Or, e auspico che questo concorso, nato in questa terra, possa riprendere nuovamente slancio. Nel 2014 il ‘Premio Alambicco d’Oro’ non si è svolto e da questo momento di crisi interna Anag ha saputo prendere lo spunto per riorganizzarsi e ripartire nelle sue attività. Auguro all’associazione buon lavoro, superando ogni futura difficoltà e contando sul supporto di noi produttori di grappa”.