Grappa e distillati tornano in cattedra all'IIS Stefani-Bentegodi di Caldiero con Anag Veneto

Grappa protagonista a Expo e nella promozione del Made in Italy
30 October 2015
L’Istituto Grappa Piemonte alla Fiera del Tartufo Bianco d’Alba (7-8 novembre). Presente anche Anag Piemonte
2 November 2015
Visualizza tutti

11014639_10203203513163348_7492697887623096093_nIl mondo dei distillati sale nuovamente in cattedra all’IIS Stefani-Bentegodi di Caldiero, per promuovere anche, e soprattutto, fra i giovani una ‘cultura del buon bere consapevole’ attenta alla qualità piuttosto che alla quantità. Dopo l’esperienza positiva promossa nei mesi scorsi con lezioni serali che hanno coinvolto numerosi studenti dell’Istituto, la delegazione Veneto dell’associazione Anag, Assaggiatori grappa e acquaviti ha organizzato negli stessi spazi un corso di primo livello per assaggiatori che partirà giovedì 5 novembre. Per partecipare è richiesta l’associazione ad Anag, con agevolazioni per gli studenti. Il corso proporrà cinque lezioni pomeridiane, ogni giovedì fino al 10 dicembre dalle ore 14 alle ore 16, e una visita guidata in una distilleria.

“Il progetto di conoscenza e valorizzazione dei distillati partito lo scorso anno – spiega il direttore del corso e referente per Anag Veneto, Armido Bertolin – fa parte del piano formativo della classe V° A dell’indirizzo tecnico-agrario. L’obiettivo è duplice: contribuire a diffondere la ‘cultura del buon bere’ tra i giovani e accrescere il curriculum formativo di questi futuri periti agrari, tecnici che, a breve, saranno chiamati a operare nell’ambito vitivinicolo e dell’industria di trasformazione, considerata la specifica vocazione produttiva della zona. Questi ambiti costituiscono l’humus ideale e la base esclusiva di partenza per la produzione di distillati di qualità. Per Anag – aggiunge Bertolin – collaborare con giovani tecnici nella fase della loro formazione specifica e stimolare un assaggio consapevole rappresentano investimenti importanti non solo sotto il profilo socio-culturale, ma anche per la ricaduta che queste iniziative potranno avere sull’economia agricola locale. A questo si unisce la capacità di questi tecnici di ‘comunicare’ positivamente cultura e tradizioni agroalimentari di un luogo, parte integrante di un ‘terroir’ di produzione. La valorizzazione e la continua ricerca della qualità di prodotti di eccellenza come grappa e acquaviti – conclude Bertolin – passa anche dal connubio tra formazione e conoscenza e Anag si pone come ‘main sponsor’ e capofila nel guidare questa ‘brigata’ di studenti, a cui potranno unirsi tutti coloro che vorranno scoprire il mondo dei distillati in nostra compagnia”.IMG_9638

Il programma. Il corso si aprirà giovedì 5 novembre con una lezione introduttiva su Anag e il mondo di grappa e distillati e continuerà giovedì 19 novembre con un approfondimento sull’analisi sensoriale, il metodo e la scheda di valutazione e degustazione adottata da Anag. Giovedì 26 novembre saranno protagoniste le acquaviti, mentre giovedì 3 dicembre ci sarà spazio per la chimica della grappa, l’arte antica della distillazione e le normative del settore. La quinta e ultima lezione, giovedì 10 dicembre, sarà dedicata alla ‘cultura del buon bere consapevole’, evidenziando le differenze fra ‘bere’ e ‘degustare’ e valorizzando l’importanza della qualità rispetto alla quantità dei prodotti. Ogni lezione si chiuderà con la degustazione di quattro grappe, prima dell’appuntamento finale in programma giovedì 17 dicembre con la visita didattica a una distilleria veneta.

Informazioni. La quota di partecipazione comprende anche il materiale didattico e il kit con sei calici per le lezioni e le degustazioni che chiuderanno ogni serata. Per informazioni e iscrizioni, è possibile contattare i docenti referenti di sede dell’Istituto Agrario di Caldiero, Enrico Viscardi e Renzo Tosetti, all’indirizzo e-mail caldiero@stefanibentegodi.it, oppure il direttore del corso e referente per Anag Veneto, Armido Bertolin, al numero 335-6456376 oppure all’indirizzo e-mail armido65@gmail.com.