Il bilancio di fine anno del Consorzio Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo

Buone Feste e appuntamento al 2018, per i nostri primi 40 anni!
22 December 2017
Una grappa sempre più rosa, da sempre. La scopriamo con le Donne della Grappa
10 January 2018
Visualizza tutti

Tra pochi giorni si chiude un anno che lascerà un segno nella nostra storia. Il 2017, infatti, ha sancito la nascita del Consorzio Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo, organismo figlio dell’Istituto Grappa Piemonte nato del 1993 e che, quindi, per 24 anni ha rappresentato il comparto che riunisce le nostre distillerie. Il nuovo Consorzio è un’estensione di quel sodalizio, ma rappresenta uno strumento identificativo che ha una forza più grande, sia di fronte ad azioni di carattere politico-istituzionale che come strumento di valorizzazione del prodotto. L’iter di costituzione è partito nello scorso mese di agosto per concludersi il 18 ottobre, giorno che ufficialmente segna la sua nascita.

Questo anno che si sta concludendo ha accolto anche altri importanti argomenti: il nostro gruppo, che riunisce ormai ben 19 distillerie piemontesi, è stato protagonista di un’intensa campagna promozionale dedicata alle nostre grappe, attraverso appuntamenti che si sono svolti dalla primavera all’autunno e che hanno offerto infine circa 10.000 assaggi al pubblico, oltre ai momenti di approfondimento con le degustazioni guidate e alla distribuzione di materiale divulgativo. In questo anno si è svolta anche la prima edizione dell’evento “Piemonte Grappa” nella prima domenica di ottobre, dedicato all’accoglienza in distilleria, e per la prima volta la Regione Piemonte ha sostenuto dei nostri progetti all’interno dei bandi del Piano di Sviluppo Rurale. Uno di questi era l’evento sopra citato, mentre l’altro è una preziosa pubblicazione che sarà data alle stampe nella prossima primavera e sarà dedicata all’attuale tema della grappa protagonista della miscelazione, nella creazione di cocktail che si rivolgono, in particolare, al popolo giovane.

Ci sono, quindi, buone prospettive per il futuro di questa nostra realtà regionale, che accoglie le nostre grappe ormai da tempo classificate come prodotti dell’eccellenza italiana, simboli di un’artigianalità antica e di una qualità riconosciuta: certamente una splendida idea che potrete scegliere come regalo per le feste in arrivo. L’invito è di continuare a seguire l’attività del nostro consorzio attraverso il sito web www.consorziograppapiemontebarolo.it e anche sui social Facebook e Twitter, mentre a tutti giungano i migliori auguri dal presidente Alessandro Soldatini, dal direttivo e da tutti i soci che guidano le nostre distillerie.

Fonte: Ufficio stampa Consorzio Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo