il corridoio della distilleria invaso dalla troupeDureranno 10 giorni le riprese alle Poli Distillerie, che è diventata set cinematografico della fiction RAI “Di Padre in figlia”. Da sabato 24 ottobre fino a martedì 3 novembre il paese di Schiavon sembrerà, infatti, Cinecittà, ospitando le 80 persone della troupe e coinvolgendo anche i dipendenti della distilleria, che faranno da comparse insieme ai fratelli Jacopo e Andrea Poli.

Insieme ad altre location del centro cittadino di Bassano del Grappa, la distilleria della famiglia Poli è una delle principali location scelte per la fiction, dove saranno girate alcune tra le scene cruciali della serie.

Gli attori Alessio Boni e Cristiana Capotondi sembrano già essere a loro agio con l’alambicco a vapore, dove si sono cimentati anche a distillare, mentre gli uffici sono stati arredati in stile anni ’70 e ’80.

Questo è il momento di massima attività per l’azienda, che dal 1898 utilizza solo vinaccia fresca, ma la famiglia Poli ha deciso di offrire ugualmente gli spazi distillando di notte, per lasciar spazio alla troupe di giorno.

“Bassano ha dato molto alla Grappa. È tempo che la Grappa restituisca alla città ciò che ha ricevuto in tanti anni”. Con queste parole Jacopo Poli ha sottolineato l’importanza di questo progetto per tutto il territorio. Jacopo e Andrea Poli e lo staff della i distilleria in abito di scena

Per permettere le riprese degli esterni, la strada statale che passa di fronte alla distilleria sarà a traffico alternato. Anche l’insegna della distilleria verrà modificata mettendo il nome della ditta che apparirà nella fiction.

Per tutti gli aggiornamenti, seguiteci su https://www.facebook.com/

Fonte: Ufficio Stampa Poli Distillerie