Vertici Anag ancora rosa, con la rielezione di Paola Soldi

Conferma ‘spiritosa’ in rosa alla guida di Anag, Assaggiatori grappa e acquaviti. Il consiglio nazionale dell’associazione riunito nei giorni scorsi a Bologna ha rinnovato, infatti, piena fiducia a Paola Soldi, presidente federale dal maggio 2014. “Ringrazio il Consiglio nazionale – afferma la presidente rieletta, Paola Soldi – per avermi confermato alla guida di Anag, un incarico che in questi anni ho cercato di onorare al meglio per promuovere la conoscenza del mondo di grappa e distillati e stimolare una crescente ‘cultura del buon bere consapevole’. Il mio lavoro, che continuerà con lo stesso impegno e la stessa passione per il secondo mandato, conta sul supporto prezioso e fondamentale delle associazioni regionali e delle delegazioni provinciali, che ringrazio nelle figure dei loro presidenti per le attività quotidiane dedicate, a titolo gratuito, all’associazione e alla promozione del distillato di bandiera e di tutto il mondo ‘spiritoso’.

I primi tre anni alla guida di Anag. “Il bilancio dei primi tre anni alla guida federale di Anag dopo diversi anni come presidente di Anag Toscana – aggiunge Soldi – lo ritengo positivo e di stimolo per continuare a migliorare. Abbiamo puntato molto sulla comunicazione, in particolare quella on line, per avvicinare target spesso lontani dalla grappa, come i giovani, e abbiamo intensificato attività, iniziative e collaborazioni per promuovere sempre di più una ‘cultura del buon bere’ attenta alla qualità piuttosto che alla quantità del prodotto”.

Risultati e obiettivi per una grappa sempre più apprezzata come patrimonio nazionale. “I risultati stanno arrivando, come testimoniano i giovani sempre più numerosi ai nostri corsi di formazione e ai nostri appuntamenti in tutta Italia – dice ancora Soldi – e continueremo a lavorare in questa direzione per consolidare la conoscenza della nostra associazione, affinché il nome Anag, Assaggiatori grappa e acquaviti abbia un significato sempre più forte non solo nel settore distillatorio, dove già ci conoscono, ma anche nel settore vitivinicolo e in quello enogastronomico. A guidarci è l’obiettivo primario di esaltare il legame che unisce la grappa, eccellenza 100 per cento italiana, con il vino, visto che la distillazione trova materia prima nelle vinacce, residui della lavorazione vinicola, e con la cucina, dove il distillato di bandiera è sempre più protagonista dall’antipasto al dolce, oltre che come accompagnamento ‘spiritoso’ delle portate”.

Verso i 40 anni di Anag. “Nel 2018 – conclude Soldi – Anag compirà 40 anni e sarà un compleanno importante per la nostra associazione, che sta già lavorando per organizzare una grande festa capace di dare spazio e visibilità al mondo della distillazione con tante iniziative di degustazione e di approfondimento aperte a chi vorrà scoprire da vicino questo mondo unico e affascinante e il suo patrimonio di tradizioni, passioni e sacrifici che rivivono in ogni sorso di grappa. Una crescita di visibilità che caratterizzerà anche il concorso ‘Premio Alambicco d’Oro’, oggi alla sua 34esima edizione, evento nazionale che cercheremo di valorizzare ulteriormente con nuove categorie oltre alle grappe e acquaviti, a cui è già aperto con produzioni ‘spiritose’ in arrivo da tutta Italia”.

I nuovi presidenti regionali Anag, in rosa e non. Con la conferma della presidente federale salgono a quattro i vertici ‘spiritosi’ in rosa di Anag, dopo l’elezione, nelle scorse settimane, di Barbara Pozzi (Anag Emilia Romagna) e Patrizia Simoncelli (Anag Trentino Alto Adige) e la conferma di Mary Gioda (Anag Piemonte). Il rinnovo dei presidenti regionali ha visto anche la nomina di Giovanni Dalla Mora (Anag Veneto) e la conferma di Enzo Di Zorzi (Anag Friuli Venezia Giulia); Simone Furlani (Anag Lombardia); Massimo Tortoioli Ricci (Anag Umbria) e Antonino Borzellieri (Anag Sicilia).

Per conoscere da vicino Anag ed essere sempre aggiornati su attività e iniziative dedicate a grappa e distillati, è possibile consultare il sito www.anag.it oppure seguire l’associazione sulla pagina Facebook Assaggiatori grappa e acquaviti – Anag e sul profilo Twitter Assaggiatori Grappa (@AnagItalia).